Nelle scuole, discriminazione nei confronti dei bambini, figli di dalit

09/06/2009

 

In un'epoca in cui gli Indiani si stanno sforzando di dare una visione al mondo della loro evoluzione sociale, - in Madhya Pradesh, molti bambini, appartenenti alla classe sociale più povera, tutti i giorni, sono soggetti a discriminazioni ed umiliazioni.
Questa versione indiana di “apartheid” sta avvenendo nelle scuole e nei centri di assistenza all'infanzia (asili nido) gestiti dal governo - cioè con i soldi dei contribuenti.
I bambini, figli dei dalit, sono costretti a sedersi in file separate dagli altri, portare da casa i loro piatti di metallo che devono essere segnati in GRASSETTO con inchiostro permanente in modo che siano distinti dai piatti degli altri bambini.
Secondo un'indagine sulla situazione sociale condotta da Jansahas, un ONG e UNICEF, in 24 villaggi di quattro distretti - Ujjain, Sheopur, Katni e Jhabua - in Madhya Pradesh, più del 63 per cento dei bambini figli di dalit, nelle scuole governative, sono sottoposti a distinzione di casta mentre vengono serviti i pasti di mezzogiorno.
Il “Mid-Day Meal Scheme” –pasto di mezzogiorno-, finanziato dal governo, è il più grande programma di refezione del mondo e copre 120 milioni bambini. Ironicamente, uno degli obiettivi chiave del programma è quello di aumentare la socializzazione fra i bambini appartenenti a differenti caste sociali.
Alla maggior parte dei bambini dalits viene servito il pasto su tovagliette di foglia di banano e se hanno piatti di metallo loro, questi vengono contrassegnati per essere distinti.
A bambini non-dalit il pasto viene normalmente servito su piatto di metallo.
L'indagine ha rilevato che la maggior parte degli insegnanti si sono dimostrati insensibili alla discriminazione esercitata contro i bambini dalits a causa delle tradizioni di casta in uso nelle aree rurali.
Nella maggior parte delle scuole esaminate, agli allievi figli di dalit, non è stato permesso di sedersi in prima fila e sono stati soggetti a discriminazioni .
Circa il 79 per cento di tali allievi è stato costretto a pulire le scuole.
In alcune scuole, questo lavoro è stato dato soltanto alle ragazze, figli di dalit. L'indagine ha inoltre rilevato che la discriminazione contro i dalits esiste anche negli asili nido dove accedono bambini fino a 6 anni di età.
Circa il 59 per cento di dalits hanno affermato di aver cessato di portare i loro bambini all’asilo nido per effetto della discriminazione nei loro confronti e di dover accettare l’aiuto esterno di alimenti per nutrire i propri figli.
L'indagine ha concluso che la discriminazione di casta è uno dei motivi principali per l'assenza di bambini, figli di dalit, dalla scuola.

Tradotto ed estratto da :
Hindustan Times
Articolo di Salil Mekaad
www.hindustantimes.com
del 5 maggio 2009

 

 

Torna indietro

 

 

Ultime notizie

14/01/2018

La festa del Pongal

Nello stato del Tamil Nadu, dove vivono i bambini sostenuti a distanza da ASSEFA ALESSANDRIA, oggi...

 

24/12/2017

Auguri di Buon Natale dai bambini di ASSEFA ALESSANDRIA

Auguri di un sereno giorno di Natale e di un nuovo Anno ricco di tante cose belle da tutti i...

 

15/11/2017

Mercatino di Natale ASSEFA ALESSANDRIA

MERCATINO DI NATALE ASSEFA ALESSANDRIApresso "IL BENESSERE" Via Chenna, 25-ALESSANDRIA--SABATO 2...

 

27/06/2017

Tre bambini sorrideranno grazie al concerto dell'ASSEFA

Cari amici, sul giornale "IL PICCOLO" di oggi martedì 28 giugno, è stato pubblicato a cura della...