La registrazione obbligatoria dei matrimoni ridurrà i crimini sulle donne

11/01/2010

 

Karaikal è una cittadina situata sulla costa dell’oceano, nello stato del Tamil Nadu che ha subito ingenti danni in occasione dello Tsunami.

Il Presidente della Commissione Matrimoni ha affermato che “I Matrimoni possono essere fatti religiosamente, ma devono essere registrati legalmente”. Inoltre, ha ricordato un incidente durante il suo lavoro di avvocato nella città di Pondicherry, quando il giudice non ha potuto proteggere i diritti di una moglie a causa della mancanza della registrazione legale.
Il Governatore Singh ha parlato della necessità di registrare i matrimoni per far fronte alla cruda realtà sociale della menzogna, della privazione e dell’ abbandono a cui sono soggette le donne. Egli ha affermato che la registrazione obbligatoria dei matrimoni contribuirebbe a ridurre la criminalità nei confronti delle donne.
La distribuzione dei modelli dei certificati di matrimonio tra le donne dei villaggi rurali è stato il culmine della campagna sostenuta da parte della Commissione al fine di creare consapevolezza sulla necessità della registrazione del matrimonio.
Infine sono state avanzate proposte per l'istituzione di dormitori e ostelli per le donne dei villaggi rurali.
Estratto da : The Hindu

Per ingrandire la foto clicca sopra
Matrimonio a Karaikal

 

Photogallery

 

       

 

 

Torna indietro

 

 

Ultime notizie

06/09/2018

Presentata la Carta d'Intenti del "vero" volontariato: "deve essere gratuito, organizzato e indipendente"

Questa carta nasce e si diffonde dopo l’approvazione da parte del Parlamento del Codice del Terzo...

 

18/07/2018

Nuova costruzione di toilets in Ayyannarpuram

Un altro progetto è stato realizzato, la costruzione di toilets nel complesso scolastico di...

 

14/04/2018

Cena di Primavera ASSEFA ALESSANDRIA

Bella serata all'insegna della solidarietà e sinergia di intenti tra ASSEFA Alessandria, Ristorante...

 

11/04/2018

Le donne di Chithiraipettai

Il seguente articolo è stato pubblicato sul sito di "THE NEW INDIAN EXPRESS" ed è interessante in...